Nonostante venga spesso associato all’immagine di animale selvatico tenuto in cattività, il furetto è frutto di una selezione risalente a migliaia di anni fa, proprio come il cane e il gatto. Il suo nome scientifico, Mustela Putorius Furo, significa “ladro puzzolente”, in riferimento all’abitudine di nascondere cibo e all’odore intenso che naturalmente lo contraddistingue, questo animale è stato infatti selezionato a partire dalla puzzola europea.

Scarica la scheda tecnica del Furetto

 

Vetsanfrancesco-esotici – Pronto Soccorso Animali Esotici e Non Convenzionali 24h/7g – Via Isaac Newton 2, 20148 Milano