IMG_3163L’ ecografia permette lo studio dettagliato soprattutto dei tessuti molli. Questa metodica è poco invasiva, non procura dolore e particolare stress all’animale se si esclude quello del contenimento. Solo in rari casi, in animali molto agitati, è necessario eseguire questo esame in sedazione.

L’ecografia inoltre permette, a differenza dell’altra metodica comune di diagnostica per immagini (la radiologia), di ottenere un esame dinamico, in grado di valutare quindi la funzionalità di diversi distretti.

Negli animali non convenzionali questo esame viene utilizzato per lo studio dell’addome nei piccoli mammiferi, nei rettili per lo stesso motivo spesso indirizzato alle diagnosi di gravidanza.

Inoltre permette lo studio della funzionalità cardiaca soprattutto nel coniglio e nel furetto, specie predisposte a problemi di questo compartimento.

Sono disponibili presso la struttura tre medici ecografisti che garantiscono la reperibilità per le urgenze 24 ore su 24.